Chi siamo?

Difficile racchiudere in poche righe cos’è, quando e com’è nata LOVEST, ma cercheremo di farlo.

Lovest è prima di tutto un piccolo grande sogno che desidera diventare obiettivo, è un’idea, è un viaggio in macchina verso la libertà, è famiglia, è responsabilità e divertimento, è come vorremmo che girasse il mondo, è rispetto verso ogni essere umano, è difesa delle minoranze, è lotta contro ogni discriminazione.

Noi di Lovest abbiamo caratteri differenti e, di conseguenza, idee diverse, ma quello che ci accomuna è il dovere morale che abbiamo con noi stessi, e verso gli altri, di sentirci liberi.

Non siamo qui per costruire muri attorno a noi, ma per abbatterli.

Non vogliamo creare una safe zone dove poterci sentire noi stessi, ma vogliamo sentirci sicuri di quello che siamo in mezzo al mondo intero.

Aiutaci anche tu.
gesture

Cosa facciamo?

Lovest nasce come associazione che tutela i diritti della comunità LGBT in tutto il territorio della provincia OVEST di Milano.

Nello specifico ci occupiamo di:

  1. organizzare eventi culturali a tema LGBT
  2. sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni attraverso manifestazioni pacifiche
  3. denunciare eventuali casi di discriminazione causa orientamento sessuale
  4. ascoltare, attraverso il nostro sportello dedicato, le storie di chi ha bisogno di raccontarsi
  5. creazione di eventi ludici come serate in locali convenzionati

build

Cosa vogliamo?

Un’Italia libera da ogni pregiudizio per noi stessi, per i nostri amici e familiari e per i nostri figli.

Non importa quale sia il vostro orientamento sessuale.

Un domani potrete ritrovarvi a dover difendere la vostra libertà, quella di vostro fratello, quella della vostra migliore amica o quella dei vostri figli.
Lavoriamo oggi per un domani migliore.

mode_edit

A chi ci rivolgiamo?

A tutti. Indistintamente.

Qualsiasi sia il vostro orientamento sessuale.
Qualsiasi sia la vostra identità sessuale.
In qualunque parte di Italia abitiate.
Qualunque sia la vostra età.

Unico requisito? Credere nella libertà.

La nostra squadra

Non ci sono caratteristiche comuni, nessun colore della pelle uguale, nessuna sessualità, religione, idea politica, l'unica cosa uguale, è il desiderio di lottare per la libertà!


Laura Ortolani

Presidente

25 anni. Se non è per me è per qualcun altro. Questo è il mio motto. Io sono stata fortunata nell’affermazione di me stessa, ma il mio vicino di casa, mia sorella o mio figlio, in un futuro, potrebbero non esserlo. Tutto questo è per loro. E per voi.
Sempre e solo in nome della libertà.

Deborah Prencipe

Vicepresidente, Social Media manager

Deborah. Ventisette anni sulla carta d’identità, forever sixteen nella vita.
Amo gli smalti, gli unicorni e i tamagotchi, ma sono seria a volte. Sono felice che grazie a Lovest posso aiutare qualcuno a vedere il mondo a colori.. specialmente nel colore della felicità: il ROSA. 🦄

Carolina Bolis

Segretario generale

20 anni. Studio lingue e letterature straniere moderne a Bergamo, città in cui sono nata e cresciuta e dove oggi, grazie a LOVEST, vorrei che chiunque si sentisse a proprio agio, senza vincoli o discriminazioni.
"I’m on the right track, baby I was born this way" (Lady Gaga)

Nicolò Chierichetti

Responsabile comunicazione

22 anni. Studente in architettura e appassionato di design, grafica e tecnologia. Il mio più grande difetto? Forse ci metto sempre troppo impegno.
"We've two selves. One the world needs us to be, compliant, and the shadow. Ignore it and life's forever suffering.




Michela Di Summa

Responsabile eventi e serate

Dopo l’istallazione a Christopher Park “Gay Liberation”, Marsha P. Johnson commentò: “ Quante persone sono morte per queste due piccole statue da mettere nel parco per riconoscere gli omosessuali? .. Voglio dire, quanti anni ci vogliono per vedere che siamo tutti insieme in questa folle esistenza”

Elena Miriani

Social Media assistant

22 anni. I miei più grandi amori: l'arte, il mio cane e Bowie.
"All I have is my love of love, and love is not loving"




Alessia La Rosa

Responsabile Merchandising

La mia frase ad effetto?
"Ma tutto bene?"
Ho finito, un bacino.





Beatrice Sacco

Responsabile fotografia

21 anni. Ho studiato gli antichi greci e romani, e vi dico che non c'è nulla di più moderno e attuale delle loro voci "Homo sum, humani nihil a me alienum puto", Terenzio ("Sono un uomo, e non ritengo estraneo a me nulla che sia umano")